Ogni anno con i nuovi aggiornamenti, Apple rallenta i precedenti modelli di iPhone ed iPad, per indurci a comprare gli ultimi arrivi?

iPhone 7 Pro, Schermi, Progetti, Doppia Fotocamera, Jack Cuffie

La società di Benchmarking Futuremark ha recentemente deciso di fare chiarezza sulle speculazioni a lungo termine, che gli utenti confermano di subire da Apple, che rallenterebbe intenzionalmente i vecchi iPhone ed iPad, quando rilascia nuovi aggiornamenti sia software che hardware, in modo tale da incoraggiare i propri clienti a comprare i nuovi dispositivi appena usciti.

A partire dal 2016, Futuremark ha raccolto ben oltre 100.000 risultati di benchmark, provenienti da 7 diversi modelli di iPhone, con tre versioni di iOS differenti, mettendo poi a confronto le varie prestazioni della CPU, ma anche della GPU, grazie ad iOS 9, iOS 10 ed il nuovo iOS 11.

Il primo dispositivo testato è stato il vecchissimo iPhone 5s, dato che si tratta del prodotto più “antico”, in grado ancora di eseguire l’ultimo aggiornamento disponibile, ovvero iOS 11. iPhone 5s, rilasciato nel 2013, è stato il primo iPhone ad ottenere un chip A7 a 64 bit. Futuremark ha utilizzato il test 3DMark Sling Shot Extreme Graphics, calcolando tutti i punteggi di riferimento dati da questo smartphone.

Come dimostra il grafico, le prestazioni della GPU su iPhone 5s sono rimaste costanti da iOS 9 fino ad iOS 11, con sole piccole variazioni che Futuremark spiega come “normali”.

Le prestazioni della CPU sempre su iPhone 5s, sono state misurate usando il test 3DMark Sling Shot Extreme Physics e, ancora una volta, i risultati sono stati in gran parte coerenti ed in linea con le normali prestazioni.

La cosa cambia se parliamo di iPhone 6 o iPhone 6s, perché il grafico dimostra come c’è stato un leggero calo negli anni, a causa di alcuni aggiornamenti non al top, che però sono stati corretti con le ultime versioni rilasciate, soprattutto con l’arrivo di iOS 11, che ha riequilibrato tutto.

Secondo la Futuremark l’utente medio non si è mai potuto accorgere di questo calo, nel suo utilizzo quotidiano, dato che si parla di millesimi di secondo.

È bene anche capire però, che nuove funzionalità vuol dire un consumo maggiore di risorse del sistema, che possono rendere effettivamente il dispositivo più lento, come alcuni elementi di design più intensi, ed altre modifiche di progettazione del software.

Insomma, a quanto pare, Apple non rallenta volutamente i vecchi dispositivi, anzi, cerca di migliorare il rapporto che essi hanno con gli utenti, mantenendo sempre una costanza nel tempo.

Facci sapere la tua! Commenta sui nostri Social! La tua opinione è importante per noi :)

Non hai ancora la nostra App? Che aspetti? Scaricala! È GRATIS! http://bit.ly/iAppZein

ISCRIVITI al nostro Canale YouTube UFFICIALE! http://bit.ly/2ekhCrr

Cerchi prodotti tecnologici a Metà Prezzo? Ecco il nostro Mercatino: https://goo.gl/Rg65Jm

Seguici su Telegram: https://telegram.me/applezein

Seguici su Twitter: http://bit.ly/2ejZpWf

Seguici su Facebook: http://bit.ly/2ehAeFh

Seguici su Instagram: https://goo.gl/fNmRMl

[via]

Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone