Ieri vi abbiamo mostrato alcuni video di SiriProxy in azione. Oggi vi mostriamo come poter utilizzare il Proxy anche sui vostri iPhone 4S.

Prima di iniziare, procuratevi i seguenti file:

1: Allora prima di iniziare vi consigliamo di installare Ubuntu , infatti potete eseguire la guida solo se sul vostro Mac o Pc avete installato Ubuntu. La guida funziona sia se è installato completamente sia se si utilizza una macchina virtuale quindi avete libera scelta.

2: Questa guida funziona solo con l’iPhone 4S. Non lo abbiamo testato su altri dispositivi, perché, francamente, non avrebbe funzionato comunque, e non è esattamente legale.

3: Questa guida funziona solo mentre si è connessi alla rete locale WiFi. E ‘vero che si potrebbe ottenere questo lavoro in remoto con VPN, ma ho cercato di mantenere la guida più semplice possibile.

4: Questo tutorial copre solo l’installazione iniziale. Più avanti nella guida vi mostreremo come inserire i vari plug in.

5: Infine, vogliamo ringraziare Pete “Plamoni” Lamonica per la creazione di proxy Siri, e fornendo le basi per questo tutorial.

Guida:

Passo 1: Se avete già installato Ubuntu, siete a cavallo. Altrimenti potete tranquillamente installare VmWare Parallel per installarlo su una macchina virtuale. Fatto questo eseguite tutti gli aggiornamenti possibili e continuate con la guida.

Fase 2: Installare gli ultimi aggiornamenti di Ubuntu, se possibile. Si prega di consultare 1:00 sul video tutorial.

Fase 3: Se stai usando Parallels, o qualsiasi altra macchina virtuale, sarà necessario impostare la connessione a Internet in modalità bridge in modo che i dispositivi sulla rete siano in grado di interfacciarsi direttamente con la macchina virtuale. Si prega di consultare il minuto  4:00 del video tutorial per maggiori informazioni.

Fase 4: Setup Dropbox. Questo è un passaggio facoltativo, ma l’ho trovato più facile di qualsiasi altra cosa. È necessario disporre di un modo per trasferire i certificati che si generano dal vostro iPhone. Si può utilizzare la posta elettronica, se si preferisce, ma ho deciso di usare DropBox.

Command Line, Come fare:

Ognuno di questi passi è eseguito anche nel video, e ciascuno ha una temporizzazione di accompagnamento per facilitare la consultazione. È sufficiente copiare e incollare ognuno di questi comandi in app terminal e seguire le istruzioni aggiuntive se indicato. Ogni fase ha un timestamp ed è  possibile fare riferimento al video tutorial per aiutarvi.

Comando 01: Tempo 5:44

sudo apt-get install dnsmasq ruby build-essential openssl libreadline6 libreadline6-dev curl git-core zlib1g zlib1g-dev libssl-dev libyaml-dev libsqlite3-0 libsqlite3-dev sqlite3 libxml2-dev libxslt-dev autoconf libc6-dev ncurses-dev automake libtool bison subversion

Selezionare ‘y’ per continuare.

Comando 02: 06:13 Tempo

sudo vi etc/dnsmasq.conf

Trovare la seguente riga sulla linea circa 62: # address = / double-click.net/127.0.0.1

Direttamente sotto che tipo di linea: indirizzo = /guzzoni.apple.com/ (your_machine’s_ip_address)

Cambia (your_machine’s_ip_address) con la indirizzo IP della macchina, come mostrato nel video. 
premere Control + O, e poi tornare a salvare. Premete Ctrl + X per uscire di nuovo al terminale principale prompt.

Comando 03: Tempo 7:42

: sudo/etc/init.d/dnsmasq restart

Comando 04: Tempo 7:55

bash <<(curl-s https://raw.github.com/wayneeseguin/rvm/master/binscripts/rvm-installer)

Comando 05: Tempo 8:20

[[-S “$HOME/.rvm/scripts/rvm”]] &&. “$HOME/.rvm/scripts/rvm”

Comando 06: 08:33 Tempo

echo ‘[[ -s “$HOME/.rvm/scripts/rvm” ]] && . “$HOME/.rvm/scripts/rvm” # Load RVM function’ >> ~/.bash_profile

Comando 07: 08:47 Tempo

rvm install 1.9.3

Questo comando richiede del tempo per l’esecuzione. Siate pazienti, soprattutto sulla parte della compilazione.

Comando 08: 09:22 Tempo

rvm use 1.9.3 –default

Comando 09: 09:32 Tempo

git clone git://github.com/plamoni/SiriProxy.git

Comando 10: 09:49 Tempo

cd SiriProxy

Selezionare ‘y’ per continuare.

Comando 11: Ora 10:06

rake install

Comando 12: Ora 10:21

mkdir ~/.siriproxy

Comando 13: 10:31 Tempo

cp ./config.example.yml ~/.siriproxy/config.yml

Comando 14: 10:43 Tempo

siriproxy gencerts

Comando 15: 11:04 Tempo

siriproxy bundle

Comando 16: 11:23 Tempo

rvmsudo siriproxy server

Questo comando avvia il server proxy Siri. Dovrebbe essere indicato “SiriProxy si sta avviando sulla porta 443 ..”

Impostazione del 4S iPhone

Fase 1: Per prima cosa bisogna confermare il certificato che abbiamo generato nella Command 14, e installarlo sul vostro iPhone 4S. È possibile utilizzare Dropbox o e-mail, è  importate sul vostro iPhone 4S. Guarda il video alle 11.40 per maggiori dettagli.

Il certificato è situato in~/.siriproxy/ca.pem dovrete avere attivato la visualizzazione dei file nascosti per vedere questo file. Una volta che il certificato è sul vostro iPhone, selezionare l’installazione come indicata alle 12:44 nel video tutorial.

Fase 2: Dal vostro iPhone 4S andate su Wifi, selezionare l’icona della freccia blu accanto alla connessione WiFi attiva. Ricordate, è necessario essere connessi alla stessa rete locale alla quale proxy Siri è connessa sul computer. Andate nella sezione DNS e modificare la voce DNS per puntare all’indirizzo IP del server proxy Siri. Guarda il video alle 12:59 per ulteriori dettagli.

Fase 3: Test di Siri! Richiamare Siri (tenere premuto il pulsante Home sul vostro iPhone 4S) e dire “Test Proxy Siri”. Siri dovrebbe rispondere con: “Proxy Siri è installato e funzionante!” Dalla finestra del terminale si vedranno tutte le SpeechPackets dalla conversazione con Siri.

Abbiamo finito. Questa guida però mostra come collegarsi al SiriProxy. Anche se possono sembrare molti passi, la guida può essere eseguita in meno di un ora. Presto scriveremo altre guide che vi mostreranno come inserire nuovi comandi al vostro nuovo assistente vocale.

[via]

Sei riuscito a ottenere il vostro proxy Siri in esecuzione? Fateci sapere nei commenti qui sotto.

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone