Ieri vi abbiamo riportato la notizia che Apple stava per acquistare l’azienda israeliana Anobit specializzata in memorie flash. Oggi la vicenda sembra completamente cambiata perché secondo le ultime indiscrezioni Apple starebbe effettuando questo acquisto miliardario per trasformare la società israeliana in un centro di ricerca e di sviluppo, quindi non più finalizzato alla produzione delle memorie flash.

Calcalist quotidiano d’affari più diffuso in Israele, Martedì ha pubblicato un articolo sostenendo che Apple è stata attivamente impegnata a colloquio con la società israeliana Anobit produttore di memorie flash per acquistare l’intera azienda per circa mezzo miliardo di dollari rivelandosi uno degli affari più proficui della storia di Apple. In seguito a questa storia questa mattina Calcalist in un nuovo rapporto ha dichiarato che i piani di Apple sono radicalmente cambiati, in quanto vorrebbe procedere all’acquisto dell’azienda per trasformarla in un centro di ricerca e di sviluppo, numerosissimi giganti della tecnologia della Silicon Valley tra cui Intel, Google, IBM, Microsoft, Qualcomm, Broadcom, Yahoo ed eBay hanno aperto il proprio centro di ricerca e di sviluppo proprio in Israele, a breve si potrebbe aggiungere alla lista anche Apple. Se l’affare Anobit dovesse andare a buon fine, l’azienda di Cupertino potrebbe procedere all’acquisto di altre aziende israeliane specializzate nella produzione di memorie flash, come l’azienda XtremIO che sviluppa server-based di sistemi di storace,  il suo rivale Kaminario , e così come DensBits specializzata nella elaborazione del segnale di controllo basati a migliorare il funzionamento dei processori dei chip delle memoria flash.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone