Martedì, l’Ufficio del Naval Research (ONR) ha annunciato il suo programma di cinque anni, 98 milioni di dollari Autonoma Aerial System Utility Cargo (AACUS), con l’obiettivo specifico di sviluppare “sensori e tecnologie di controllo per la robotica di decollo e per aerei di atterraggio. Grazie a tale tecnologia i Marines degli Stati Uniti saranno, nel giro di pochi minuti, in grado di utilizzare una applicazione per chiamare gli elicotteri robotici per fargli consegnare i rifornimenti di battaglia.

Rear Adm Matteo Klunder, descrive che come un balzo in avanti della tecnologia, abbia eliminato la necessità di un operatore esperto, pur mantenendo “il ruolo centrale e fondamentale di un operatore umano come supervisore”. AACUS, sarebbe un robot che controllerà, il decollo, la pianificazione e la navigazione di un percorso di volo “con pochi o addirittura nessun input da parte di un operatore. Per ora, il programma AACUS è l’inizio di un’idea, molto meno di un prototipo. Per lo sviluppo di un aereo di consegna intelligente coinvolgerà molte delle tecnologie esistenti. I Progressi concreti nel campo dell’intelligenza artificiale saranno fondamentali. Le proposte per il programma AACUS saranno sottoposte al ONR dal 22 febbraio di quest’anno, che prevederà di assegnare fino a due contratti a partire dal mese di Aprile.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone