L’Analista di Citigroup Richard Gardner dopo l’incontro con Tim Cook che ha dichiarato che: ” Il rapido sviluppo di iOS amplierà i modelli d’uso dei tablet” , ha dedotto dalle parole del CEO di Apple, che l’azienda di Cupertino non ha neanche lontanamente intenzione di lanciare un MacBook Air basato su ARM. Gli utenti che sono interessati a questo tipo di prodotto basterà il nuovo iPad.

Secondo l’analista di Citigroup, Apple non ha intenzione di lanciare un MacBook Air basato su ARM, per chi è interessato a questo tipo di dispositivo sarà più che sufficiente il nuovo iPad. Questo è la sintesi da quello che emerso dal  nuovo report di Richard Gardner, che la scorsa settimana ha incontrato Tim Cook. Nell’incontro, riportato da Cnet, i dirigenti di Cupertino  non hanno anticipato i nuovi prodotti Apple in arrivo, ma dalle dichiarazioni fatte hanno indicato chiaramente quale strada sta intraprendendo Apple riguardante l’iPad e ai tablet in generale. Dalle parole di Tim Cook si evince che in futuro sarà molto difficile che Apple basi la prossima generazione di MacBook Air sull’ARM, riportando alcune anticipazione che sono emerse già lo scorso anno:

 

“Tim Cook ha affermato con molta convinzione che la rapida innovazione della piattaforma iOS amplierà in modo significativo lo stile d’uso dei tablet.  Ormai girano da tempo voci su un possibile MacBook Air basato su ARM, ma dall’ultimo incontro con l’amministratore delegato di Apple siamo usciti con l’impressione che Apple crede che iPad soddisfa o soddisferà, le necessità di coloro che sono interessati ad un prodotto del genere”.

Morale della favola Apple in futuro non baserà la prossima generazione di MacBook Air su un processore diverso da quello di Intel. Secondo gli osservatori l’impegno di Intel verso processori sempre più efficienti dal punto di vista energetico spingerà Apple ad abbandonare un possibile passaggio verso ARM, cosa  molto costosa anche in termini di supporto e sviluppo software, infatti un MacBook Air con processore ARM richiederebbe infatti la riscrittura di tutti i software di terze parti oggi disponibili per Mac OS X.

[via]
Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone