Apple nel mese di novembre ha affrontato la European Telecommunications Standards Institute chiedendogli di impostare politiche più chiare che disciplinino le aziende associate alle licenze dei propri brevetti. Secondo un rapporto del Wall Street Journal, Apple si lamentava in una lettera che l’industria delle telecomunicazioni non ha una politica coerente, sottolineando come i produttori possono concedere in licenza la serie di brevetti richiesti per costruire dispositivi in ​​grado di lavorare su reti mobili.


Apple si è raccomandata con l’ETSI di stabilire le modalità per fissare i tassi adeguati per i diritti d’autore relativi ai brevetti utilizzati nell’attuazione dei suoi standard. ETSI è coinvolto negli standard 3GPP processo relativo alla GSM, UMTS 3G e LTE 4G tecnologie mobili. La società ha chiesto per la trasparenza dei tassi dei diritti d’autore sui brevetti del settore delle telecomunicazioni, che attualmente sono in corso di negoziazione in segreto, il che rende difficile stabilire se i cosiddetti termini di licenza FRAND sono in realtà “equi, ragionevoli e non discriminatori”.

“E ‘evidente che il nostro settore soffre di una mancanza di rispetto coerente ai principi FRAND nell’arena degli standard dei telefoni cellulari,” questo è il rapporto citato da Apple.

Apple ha anche chiesto che i brevetti, che sono “le norme essenziali” , non può essere permesso l’utilizzo di adire sulle vendite, in quanto ciò consente al titolare di influenzare eccessivamente la negoziazione dei tassi sui diritti d’autore di un brevetto. A differenza dei brevetti essenziali non standard (come l’interfaccia utente, sistema operativo o brevetti di design Apple ha sostenuto), in modo da essere compatibili con gli standard cellulari, tutti i prodotti che per necessità violano queste norme vigenti, in modo che è impossibile evitare o aggirare tale ostacolo. Apple ha iniziato pubblicamente questa vicenda urlando in faccia a Samsung e Motorola per i loro sforzi di monopolizzare efficacemente il processo di standardizzazione, sfruttando i brevetti delle aziende che avevano già impegnato le licenze FRAND lo scorso agosto. Lo scopo di standardizzare il settore è quello di promuovere l’interoperabilità e prevenire i confini di proprietà in modo da rallentare il progresso della tecnologia. E ricordiamo che a carico di Motorola e Samsung sono avviate le indagini dell’antitrust da parte della Commissione europea.
[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone