La Federal Bureau of Investigation ha da poco pubblicato sul proprio sito ufficiale un file interessate ed esclusivo riguardante l’ex CEO Apple Steve Jobs.

Il  documento di 191 pagine rivela che Steve Jobs sia stato considerato utile per una “posizione sensibile” all’interno della Casa Bianca nel 1991 quando Bush era presidente. Nel 1985 Jobs fu preso di mira per un possibile attentato. Tra le righe si parla addirittura di una bomba, tuttavia potrebbe essere alquanto esagerata come considerazione, molto probabilmente il CEO era solamente finito tra i principali pensieri di un mitomane intenzionato a diventare famoso. Sicuramente Steve Jobs è stato un grande visionario del mondo della tecnologia e sembra che il presidente Bush se ne fosse già accorto nel lontano 1991.

 

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone