Greenpeace ha reso noto una classifica delle aziende tech che si sono impegnate di più per l’ ambiente. I punti principali esaminati sono stati: le politiche di approvvigionamento energetico e di efficienza, disponibilità ad assumere impegni e sviluppare soluzioni per ridurre l’impronta energetica, impegno nella promozione delle fonti pulite.

A guidare la classifica, con il punteggio più alto è stata Google con 50 punti, che ha scalzato il primato a Cisco, scivolata al secondo posto rispetto all’anno scorso. Nella classifica scendendo troviamo altre aziende prestigiose come Ericsson, Softbank, Ibm, Microsoft, Telefonica e  tante altre aziende, tutte giudicate per il loro impegno in favore dell’ambiente. Il primato di Google è dovuto soprattutto grazie ai 915 milioni di dollari investiti in numerosi progetti per le energie rinnovabili. Chi manca alla lista?
Dalla lista infatti sono stati esclusi per il loro poco impegno, nomi grossi come Apple e Facebook. L’azienda di Cupertino è stata esclusa perché non ha voluto adottare queste nuove soluzioni green ritenute ancora troppo grezze e non troppo efficienti, per Facebook la stessa cosa, anche se pare che ultimamente l’azienda di Zuckerberg ha optato per queste nuove fonti per le energie pulite. L’analista di Greenpeace ha spiegato che questa classifica non è un’analisi comparativa dei migliori risultati ottenuti dalle aziende, ma mira ad essere soltanto uno stimolo per quei nomi non presenti nel ranking affinché sfruttino la loro popolarità per dotarsi di una politica aziendale sostenibile.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone