Poco fa Tim Cook e Phill Schiller per presentare il nuovo Mountain Lion, hanno rilasciato una intervista al Wall Street Journal, dove hanno mostrato la conversione di OS X e iOS, Cook inoltre non ha escluso che in futuro i Mac saranno simili ai dispositivi iOS.

Al giorno della presentazione di Mountain Lion, Tim Cook Ceo di Apple e Phil Schiller, responsabile del marketing, hanno rilasciato nella sede di Cupertino una intervista al The Wall Street Journal. I due manager della Mela ci hanno tenuto a precisare il processo di conversione già in atto con Lion tra OS X e iOS, destinato ad ultimarsi con l’arrivo di Mountain Lion. Il CEO di Apple ha dichiarato che per la sua azienda il settore dei Mac rimane sempre “Estremamente importante”: ed i portatili e i tablet continueranno ad esistere fianco a fianco,inoltre per il futuro Cook non ha escluso che tale convergenza possa accadere anche per l’hardware, con l’impiego di processori identici tra tablet e portatili: “Abbiamo notato che le persone sono innamorate di numerose app e funzionalità” dichiara Tim Cook osservando il proprio iPhone, poi aggiungendo: Quando il giornalista del WSJ volge la domanda se un giorno la convergenza potrà interessare anche i processori dei Mac, di iPhone e iPad, Tim Cook risponde: “Non escludiamo nulla”. L’attuale nuova versione di Lion è disponibile solo per gli sviluppatori è sarà rilasciato ufficialmente a tutti gli utenti soltanto alla fine dell’estate di quest’anno. in questa nuova versione sono state unificate diverse cose come: Rubrica Indirizzi diventa Contatti, lo storico iCal verrà trasformato in Calendario, Phili Schiller ha dichiarato che questa nuova versione sorprenderà tutti.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone