Come sicuramente avrete notato, il lancio del nuovo OS X 10.8 è stato alquanto atipico rispetto ai piani di sviluppo che Apple si è sempre posta. Con il lancio di Mountain Lion, Apple ha privilegiato una piccola parte della stampa. Secondo alcuni rumors, Apple avrebbe anticipato la presentazione del nuovo sistema operativo per contrastare Windows 8.

A memoria d’uomo non si ricorda un’altra occasione in cui la stampa ha potuto provare in anteprima un Sistema Operativo per Mac, addirittura prima che venisse consegnata alla community di sviluppatori:

Solitamente Apple annuncia una nuova versione dell’OS mesi prima che sia disponibile a chiunque, di solito durante la Worldwide Developer Conference. Ma con il 10.8 le cose sono andate diversamente. La tempistica ha consentito ad Apple di stracciare sul tempo la Windows 8 Consumer Preview che Microsoft aveva annunciato a gennaio e che sarebbe arrivata alla fine del mese.

Ma la domanda che tutti ci poniamo è: Perché tutta questa fretta? Difficile dirlo, ma in questo specifico caso Microsoft potrebbe entrarci molto meno di quanto non sembrerebbe. Le conclusioni che seguono appartengono a Philip Elmer-DeWitt di Fortune:

Come hanno evidenziato John Gruber e John Siracusa nel podcast di venerdì The Talk Show, le nuove funzionalità aggiunte ad OS X -messaggi, notifiche, sincronizzazione delle app etc.- sono finalizzate alla più stretta integrazione del Mac all’interno di iCloud. E il maestro del computing è Google, non Microsoft. E’ a Google che Apple pensava con il rilascio di OS X 10.8.

 


Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone