L’Antitrust ha conferma le sanzioni per 900mila euro comminate al gruppo Apple. Le multe contro la società di Cupertino erano state decise lo scorso 27 dicembre, per pratiche scorrette a danno dei consumatori.

La prima sezione del Tar del Lazio, presieduta da Roberto Politi, ha respinto la richiesta di Apple Italia, Apple Sales International e Apple Retal Italia, che voleva la sospensione dei provvedimenti. Il 9 maggio si terrà l’udienza durante la quale si discuterà sul merito dei ricorsi.

Ciò che l’Antitrust contesta alle società legate ad Apple operanti in Italia è l’applicazione non piena della garanzia legale biennale che il venditore deve garantire ai compratori e la scarsa chiarezza su cosa fosse davvero coperto dai servizi di assistenza aggiuntiva a pagamento.

Il Tar ha comunque in parte accolto la richiesta di Apple Sales International, sospendendo il provvedimento che dava alla società 90 giorni di tempo per aggiungere alle confezioni di Applecare Protection Plan indicazioni sull’esistenza e la durata della garanzia di conformità e sulla durata del periodo di assistenza.

Le pratiche non corrette messe in atto dalle società del gruppo Apple sarebbero state due distinte. Prima di tutto l’informazione non adeguata “sui diritti di assistenza gratuita biennale previsti dal codice del consumo”, poi “le informazioni date su natura, contenuto e durata dei servizi di assistenza aggiuntivi a pagamento Applecare Protection Plan, unite ai mancati chiarimenti sull’esistenza della garanzia legale biennale”, che facevano sì che i consumatori sottoscrivessero contratti aggiuntivi quando in realtà la copertura dei servizi a pagamento in parte si sovrapponeva con la garanzia legale gratuita prevista dal codice del consumo.

L’autorità ha sanzionato Apple Sales International, chiedendo il pagamento di 540mila euro e le altre due società con una richiesta di 180mila euro ciascuna.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone