Ebbene si, la funzione Voice Dictation del Nuovo iPad è un ostacolo per coloro che usano iPad per svolgere le proprie mansioni: la privacy dei clienti/pazienti potrebbe essere violata.

La dettatura del Nuovo iPad è ben più complessa di un “speech to text”, permette, infatti, di immagazzinare nei server Apple una grande quantità di dati per rendere l’elaborazione più veloce. Abilitando Voice Dictation, come accade con Siri su iPhone 4S, permettiamo l’invio di dati relativi ai nostri contatti, amici e parenti, componenti di gruppi e associazioni e così via. Quindi tutti coloro che usano l’iPad sul posto di lavoro potrebbero avere grane legali se decidessero di abilitare la Dettatura Vocale. Al momento il problema non sussiste, in quanto iPad non è ancora in grado di capire l’italiano (come Siri), tuttavia, si spera il prima possibile, sarà integrato anche l’italiano tra le lingue supportate dal Nuovo iPad.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone