Macgasm ha notato un interessante tweet, secondo il quale un ex ingegnere Apple, Michael Margolis, ha dichiarato che la attuale interfaccia grafica della Apple TV di terza generazione, 5 anni fa fu rifiutata perchè non piacque a Steve Jobs.

Oltre alla terza generazione di iPad, il 7 marzo è stata presentata la Apple TV di terza generazione che supporta la visione di film in Full HD 1080p, insieme con la versione 5.0 del firmware della Apple TV (mostrato in foto) che rende le icone del menù simili a quelle di iOS; anche i possessori della seconda generazione di Apple TV possono aggiornare al 5.0

Margolis afferma che adesso “nessuno dice no ad un brutto design”, riferendosi alla morte di Steve Jobs.

Cinque anni fa (2007), quando il design fu rifiutato, la visione dei prodotti Apple era differente. Sia la Apple TV che il rivoluzionario iPhone furono lanciati in Gennaio di quell’anno, mentre l’App Store fu introdotto solo un anno più tardi, con il lancio di iPhone 3G.

Aggiornamento: Margolis spiega cosa intendeva dire a TheNextWeb

“La nuova interfaccia grafica (UI) non sorprende nessuno. Si evince un notevole sforzo da parte di Apple nel renderlo quanto più simile possibile ai loro dispositivi iOS – partendo da OS X Lion e adesso anche Mountain Lion. Mi spiego, a Steve non piacque la griglia originale, questo prima che iPhone spopolasse e prima dell’avvento di iPad. L’iPad è molto più popolare della Apple TV, cercare di rendere la TV quanto meno simile all’iPad è una mossa davvero ben studiata – anche se qualcuno preferisce ancora la vecchia interfaccia.”

Aggiornamento 2: TechCrunch ha riportato una lunga risposta di Margolis sminuendo i suoi precedenti tweet

“Il rifiuto di Steve riguardo il design di 5 anni fa non è qualcosa  di così eclatante. Steve è noto per il suo rifiutare le idee, modificarle e metterle a punto per trasformarle in qualcosa di migliore. E questa è davvero una cosa interessante. Apple sapeva bene che il “no” di Steve era effimero: piano piano infatti la cosa iniziava a piacergli fino a che non la presentava nei keynote. Questo è stato un aiuto di non poco valore alla società, aiutando i dipendenti a restare concentrati e migliorare continuamente. Una mossa da maestro per eccellere in qualsiasi cosa.”

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone