Importanti novità a riguardo del Roaming zero dopo che le speranze erano quasi svanite in seguito alla bocciatura del Parlamento Europeo. Arrivano segnali confortanti dal Consiglio dei Ministri UE che è riuscito ad accordarsi su un tetto tariffario che deve essere imposto a tutti gli operatori telefonici nel traffico consumato all’interno della comunità europea.

risparmi verrebbero applicati dal primo Luglio prossimo, con costi previsti dall’accordo che imporrebbero da subito dei limiti a 70 centesimi per megabyte scaricato, successivamente portati a 43 cent entro il 2013 e 20 cent dal primo Luglio 2014.

La nuova proposta riguarda anche le telefonate con il costo medio che scenderebbedagli attuali 35 cent a 29 entro i prossimi mesi e via via a 24 e 19 cent entro il 2014. Stesso discorso per chiamate in entrata e sms che vedrebbero in 2 anni il costo dimezzato da 11 centesimi a rispettivamente 5 e 6 cent (in tutti casi si para di cifre escluse IVA). Ecco la tabella riassuntiva:

 Il dato più interessante è che gli operatori dovranno garantire la possibilità (ai clienti che si trovano fuori dal territorio di appartenenza) di usufruire di un servizio alternativo mantenendo il numero tradizionale. Ciò significa che in vacanza ci potremo affidare temporaneamente alle tariffe di una compagnia locale mantenendo il nostro numero, senza costi aggiuntivi per l’operatore che deve sostenere il roaming e noi utilizzatori. Tutto il processo sarebbe graduale e destinato ad entrare a pieno regime entro il primo Luglio 2014, adesso si aspetta soltanto il voto di Maggio.
[via]
Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone