in queste settimane, la nota azienda Fair Labor Association, ha svolto un indagine per controllare la situazione lavorativa nelle fabbriche della FoxConn. In questi giorni ha finalmente pubblicato i risultati di questa indagine.

Secondo quanto riportato, la compagnia si è impegnata ad adeguare le proprie strutture alle leggi cinesi e agli standard della FLA entro luglio del 2013. Una delle principali violazioni riscontrate fa riferimento alle eccessive ore di lavoro a carico degli operai:

L’indagine della FLA ha scoperto che negli ultimi 12 mesi, tutte e tre le fabbriche hanno violato sia per quanto riguarda il codice FLA di 60 ore lavorative settimanali (orari regolari sommati agli straordinari) e i limiti legali cinesi di 40 ore settimanali ed un massimo di 36 ore in straordinari al mese. Durante i periodi più intensi per la produzione, il numero medio di ore lavorative settimanali eccedeva le 60 ore per ciascun lavoratore. Ci sono stati periodo in cui alcuni operai hanno lavorato per 7 giorni consecutivi senza le 24 ore di riposo obbligatorie.

I dirigenti della FoxConn, hanno dichiarato che risolveranno i problemi relativi alle ore lavorative dei dipendenti, diminuendole fino ai limiti legali consentiti e avrebbe adeguato anche gli stipendi.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone