Apple ha cominciato a mettere in atto i preavvisi mandati settimane fa, ovvero di non accedere all’UDID degli utenti, perché tutte le app che saranno presentate in App Store che effettueranno questa azione saranno rifiutate a prescindere.



Detto ciò ora gli sviluppatori hanno bisogno di una alternativa. Questa alternativa potrebbe venire da AppRedeem, una piattaforma di mobile advertising, che ha sviluppato un nuovo sistema chiamato “ODID”, già utilizzata da Groupon.

Ecco come funziona il nuovo sistema ODID:

Un ODID viene creato aggiungendo un hash dell’indirizzo MAC ad una “chiave segreta” di un’organizzazione per creare il payload, e successivamente applicando un hash wrapper al payload. Inoltre, lo ODID è in un ambiente sandboxed relativo alla specifica organizzazione che l’ha creato, e l’indirizzo MAC del dispositivo è usato per il seed dell’ODID.

Secondo un report di TechCrunch non vi è alcun modo per derivare all’indirizzo MAC di un dispositivo dal ODID, perché l’indirizzo MAC viene utilizzato semplicemente come seed. Quindi questo sistema elimina la privacy riguarda l’attuale UDID, fornendo agli sviluppatori esattamente ciò di cui hanno bisogno: un identificatore univoco che non cambiano ogni volta che un utente ripristina il proprio dispositivo. Ieri, AppRedeem ha lanciando un aggiornamento al suo SDK con il supporto all’ODID, e sarà disponibile per tutti i clienti entro questo fine settimana. Groupon è stato il primo che ha iniziato ad utilizzare tale sistema.
[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone