Due colossi di Internet e Apple sembrano in procinto di abbandonare il “vecchio” Google Maps. Anche senza un accordo, Google sembra stia perdendo tre importanti partner che stanno migrando verso OpenStreetMap, mappe online Open Source. Chissà che non saranno introdotte in iOS 6…

Di recente Wikipedia ha aggiornato la versione mobile annunciando il passaggio da Google Maps a OpenStreet, perchè le mappe sono “una fonte di Map Data aperta e gratuita” per rendere “la conoscenza aperta a tutti e gratuita”.

Anche FourSquare, il noto social network  basato sulle registrazioni dei luoghi, ha deciso di fare un “salto di qualità”.

Ma Apple? Che vantaggi ne possiamo ottenere noi utenti? Quali cambiamenti verranno attuati nell’applicazione “Mappe”? Sebastian Delmont di Streeteasy.com ha definito il 2012 come “l’anno delle mappe libere”. Il motivo è semplice: dal primo Gennaio di quest’anno le API di Google hanno smesso di essere gratuite per tutti. Oltre il massimo giornaliero di 25 mila visualizzazioi, i proprietari di servizi/siti dovranno versare 4$ ogni mille visualizzazioni oppure sottoscriversi ad un abbonamento premium da 10mila dollari l’anno. Sembra quasi che tutte le aziende che fanno largo uso di Google Maps si siano risentite  da questa decisione.

Apple ha quindi deciso di passare alle mappe sopracitate, gratuite e per il momento integrate solo in iPhoto per iOS. Sembrerebbe quasi un passo indietro, da Google Maps a mappe di qualità inferiore. Però Apple è piena di sorprese, quindi dobbiamo attendere iOS 6 per sapere cosa sta progettando la Mela morsicata di Cupertino.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone