Molte volte ci siamo chiesti il perché Apple preferisca costruire i propri prodotti nel continente cinese. Sembra che la motivazione stia nel fatto che Apple utilizza alcune terre rare disponibili solo nel territorio asiatico per creare i propri prodotti.

A comunicarlo è stato iFixit che riporta un articolo in cui dichiarano che Apple è costretta a produrre i propri prodotti in Cina a causa di determinati materiali rari disponibili solo in Asia. Elizabeth Chamberlain di iFixit ha parlato in tal senso con il professore di ingegneria di Cambridge Dr. Tim Coombs, e sembra che il professore abbia ipotizzato la possibile presenza di lantaio nella batteria dell’iPad, insieme anche a diversi altri elementi rari necessari per produrre i colori diversi sul display nonché la presenza di una lega di neodimio nei magneti della Smart cover, e proprio tali materiali estremamente rari costringerebbero Apple a rivolgersi alla Cina:

Attualmente la Cina controlla dal 95 al 97 percento della scorta mondiale di elementi rari della terra ed ha ripetutamente effettuato dei tagli sulle quote di esportazione causando un netto rialzo nei prezzi. Spaventate dalla dipendenza della Cina, due compagnie – Molycorp in California e Lynas Corp in Australia – inizieranno a minare elementi rari quest’anno. Visto l’aumento dell’industria ecologia, tuttavia, non è chiaro se le operazioni minerarie riusciranno a rispondere adeguatamente alla crescente domanda.

Purtroppo Apple non può neanche considerare l’opzione dell’importazione dato che le leggi asiatiche non lo permettono.

[via]

 

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone