Il parlamento Australiano sta per lanciare un’indagine che ha come scopo individuare i motivi del perché i contenuti digitali, come la musica su iTunes, costano di più in Australia che nel resto del mondo.

In Australia i costi della musica su iTunes sono molto elevati se messi a confronto con quelli degli Stati Uniti, infatti per fare un esempio il nuovo album di Adele, è venduto in Australia a 16,99$ mentre negli Stati Uniti a 10,99$. Quindi come possiamo notare c’è una differenza di prezzo troppo elevata che non può essere imputata al fatto che ci imposte da pagare diversamente da quanto avviene negli USA. Di seguito riportiamo le parole di Stephen Conroy, ministro delle comunicazioni australiano:

Ci sono prove che suggeriscono come l’uso innovativo della tecnologia non è sempre abbinato a nuovi modelli di business innovativi nel caso di prodotti e servizi distribuiti online… Sono d’accordo che le imprese australiane e le famiglie debbano avere accesso a software e hardware che è anche abbastanza stimato da altre giurisdizioni… l’economia globale rischia di rendere sempre più difficile il sostenere modelli di business che si basano su una spartizione geografica dei mercati.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone