Il colosso informatico Intel sta ancora una volta cercando di guadagnare terreno nel mercato dei dispositivi mobile attualmente dominato dai processori ARM-based a bassa potenza.

Come riporta Forbes, durante l’incontro annuale degli investitori di Inte, Giovedì scorso, il CEO Paul Otellini ha delineato come le intenzioni dell’azienda consistano nell’investire miliardi di dollari in sviluppatori e fabbriche di chip che permettano all’azienda di assumere una discreta importanza nel mercato dei dispositivi mobile.

“Il nostro compito è quello di garantire che i nostri prodotti sono irresistibile, nel senso che possano essere meglio di un Mac o di rendere migliore un dispositivo come l’iPad, così quando prenderanno delle decisioni, non potranno ignorarci”; ha commentato Otellini.

I dispositivi mobili come l’iPad, uno dei leader indiscussi del mercato hi-tech, stanno rapidamente divorando il mercato dei PC che ha visto un calo di quasi il 6% delle vendite a livello mondiale nel quarto trimestre del 2011. L’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, nel gennaio scorso ha affermato di aspettarsi dal mercato dei tablet che possa un giorno superare di molto quello dei PC.

Attualmente, Apple sfrutta dei processori Intel da implementare nei Mac dopo aver abbandonato la piattaforma PowerPC di IBM nel 2005. Per i suoi iDevice, l’azienda di Cupertino, si basa invece su delle tecnologie arm-based, fabbricate da Samsung.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone