Ormai ci siamo: come predetto da Tim Cook, il 2012 sarà un anno pieno di novità per il mondo Apple e l’uscita dei nuovi MacBook Pro sarà sicuramente una di queste.

Alcune fonti ben informate, però, hanno già lasciato trasparire qualche dettaglio non da poco sui nuovi modelli.

Procedendo con ordine, il design ha subito qualche modifica. Troveremo negli scaffali dei MacBook Pro notevolmente più sottili, il che non guasta mai.

Il tasto d’accensione sarà “incluso” nella tastiera, appunto, e non più in alto a destra, riprendendo la scelta implementata nei più recenti MacBook Air.

Questo spostamento eliminerà il tasto di espulsione del CD… anche perché non ci sarà il lettore CD! Non si sa nulla ancora sul peso, ma già il fatto che saranno più sottili e che non ci sarà il lettore CD è un ottimo punto di partenza. Sinceramente, avrò usato il lettore CD del mio MacBook Pro al massimo 5 volte in 3 anni… non credo di riuscire a sentirne la mancanza.

Come si vede dall’immagine qui sopra, saranno presenti 2 porte Thunderbolt + 1 USB (3.0!) + 1 lettore di schede SD da un lato, mentre dall’altro verranno sistemati gli alloggiamenti per 2 porte USB e gli ingressi Audio In/Out, oltre al connettore per il caricabatterie.

Ma le novità non finiscono qui!

Il tanto chiacchierato Retina Display verrà installato anche nei nuovi portatili! Stando ad alcune fonti che si sono prese la briga di scandagliare i file nascosti delle beta dei nuovi sistemi operativi come Mountain Lion, questi display non avranno una risoluzione “fissa” ma sarà possibile variarla in base alle esigenze dell’utente, potendo quest’ultimo scegliere tra tre valori: “grande”, “piccolo” e “ottimale”.

Questo significa che i Mac torneranno a dominare incontrastati, se mai erano stati superati, il mercato dei computer dedicati alla grafica. Con il passare degli anni, effettivamente, non avevano mai perso la caratteristica qualità nei colori e nei contrasti, né quella dell’affidabilità del Sistema Operativo; semplicemente, ne avevano aggiunto tante altre di contorno come la suite iWork. Adesso, con questi schermi così definiti, e il ritorno di applicazioni grafiche come AutoCAD, il MacBook Pro sarà certamente la migliore scelta per fotografi, designer, ingegneri e architetti.

Per quanto riguarda il processore, sembra che si vada verso la scelta dell’Ivy Bridge di Intel, già pronto all’uso della USB 3.0. Il pesante comparto grafico, invece, verrà molto probabilmente supportato da una scheda grafica potente quanto poco dispendiosa in termini di energia come NVIDIA GeForce GT 650M.

Per concludere, è apparso anche un fantomatico benchmark su GeekBench riguardante un MacBook Pro 9,1 dotato di processore Ivy Bridge quad-core a 2.7 GHz e 8 GB di RAM. È facile che questo sito pubblichi benchmark falsi, tuttavia mi è sembrato giusto includere questa immagine nell’articolo per completezza di informazione.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone