Oggi, moltissimi studenti in Italia stanno affrontando la prima prova di Italiano per la Maturità. Tra le tracce è comparsa anche una riflessione su Steve Jobs.

Steve Jobs è stato inserito della Tipologia B nell’ambito “Socio-Economico”. Ai ragazzi è stato proposto un articolo scritto da Giovanna Favro per la Stampa e intitolato “Che storia, e che vita incredibile, quella di Steve Jobs“.

«Che storia, e che vita incredibile, quella di Steve Jobs. […] Mollò gli studi pagati dai genitori adottivi al college di Portland, in Oregon, dopo pochissimi mesi di frequenza. Se ne partì per un viaggio in India, tornò, e si mise a frequentare soltanto le lezioni che gli interessavano. Ovvero, pensate un po’, i corsi di calligrafia. […] Era fuori dagli standard in ogni dettaglio, dalla scelta di presentare personalmente i suoi prodotti da palchi teatrali, al look ultra minimal, con i suoi jeans e i suoi girocollo neri alla Jean Paul Sartre. “Il vostro tempo è limitato – disse l’inventore dell’iPod, l’iPhone e l’iPad agli studenti di Stanford nel 2005 -. Non buttatelo vivendo la vita di qualcun altro. Non lasciatevi intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere con i risultati dei pensieri degli altri. E non lasciate che il rumore delle opinioni degli altri affoghi la vostra voce interiore. Abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione. In qualche modo loro sanno già cosa voi volete davvero diventare. Tutto il resto è secondario”.

Il tema si incentra sulla crisi economica e come, un grande uomo come Steve Jobs, sia riuscito ad andare avanti non avendo niente.

Il brano può essere letto integralmente da questo link.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone