La scorsa settimana Apple era stata accusata da Samsung di aver copiato da un prodotto Sony il design del suo iPhone; dopo aver cercato di difendersi a parole, l’azienda guidata da Cook è passata ai fatti ed ha mostrato un proprio prototipo che scagionerebbe l’azienda da tutte le infamanti accuse.

Nella giornata di oggi inizierà il processo che vede davanti Apple e Samsung per le numerose dispute legali relative alle reciproche accuse di violazione di brevetti; Cupertino intanto inizia a difendersi in anticipo dalle accuse ricevute nei giorni passati.

Come vi abbiamo già accennato ad  inizio articolo, Samsung aveva accusato Apple di aver copiato il design del proprio iPhone da un prodotto ideato e creato da Sony; poco dopo queste accuse in rete erano circolate numerose immagini che effettivamente confermavano tali accuse.

Cook e soci hanno però tirato fuori l’asso dalla manica ed hanno mostrato immagini di un prototipo dell’iPhone, chiamato “Purple” antecedente la creazione del terminale ideato da Sony. Apple quindi si difende affermando che è impossibile che si sia copiato dalla Sony se il prototipo dell’iPhone è stato ideato prima del terminale della società Giapponese.

Quindi secondo le carte legali presentate dagli avvocati della Apple, ciò che è stato creato da Shin Nishibori (l’ipotetico modello di iPhone ispirato al dispositivo Sony) era solo “la naturale evoluzione di un design già progettato dall’azienda”; si rende noto anche che il progetto non fu assolutamente influenzato da quanto creato dalla suddetta società, poichè il prototipo era stato creato molto prima (2005) che si venisse a conoscenza dei piani della Sony.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone