Alla presentazione dell’iPhone 5, Apple ha dichiarato che il nuovo melafonino è dotato del più recente e performante chip A6, senza però rilasciare alcuna specifica tecnica a riguardo. Inizialmente si pensava che il nuovo chip A6 fosse un ARM Cortex A15, ma a quanto pare le cose non stanno proprio così

Intanto, arriva una quasi certa conferma che la RAM è di 1 GB. Partendo dal codice del chip A6 (K3PE7E700F-XGC2) sono stati scoperti tutti i dettagli principali, ovvero la presenza di due DRAM, da 512 MB ciascuna, e 1066 mhz.

Inoltre l’A6 potrebbe non essere il primo chip ARM Cortex A15, in quanto pare sia stato ideato e progettato direttamente e personalmente da Apple; quindi un core della CPU sviluppato e ideato da Apple.

Ecco quanto dichiarato da AnandTech:

“A6 è il primo SoC di Apple che usa un’architettura custom, basata su ARMv7 e sviluppata direttamente dall’azienda di Cupertino. Il core della CPU non si basa su modelli ARM A9 o A15, ma su qualcosa creato proprio dagli ingegneri di Cupertino. Il chipset è più potente e assicura prestazioni migliori rispetto agli altri ARM.”

In poche parole A6 prende spunto dall’architettura ARM ma senza riprendere le specifiche di progettazione proprie di questa CPU, con la possibilità quindi per Apple, di modificare le prestazioni del chip in base alle proprie esigenze.

Se la notizia dovesse essere confermata, Apple avrebbe progettato la prima architettura-custom di un chipset ARM.

Gli analisti erano convinti che Apple avrebbe compiuto questo passo solo tra due o tre anni, ma evidentemente l’azienda di Cupertino è riuscita a stupire tutti nuovamente.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone