Dopo le recenti critiche all’app Mappe di Apple, accusata di essere poco precisa e priva di alcuni dettagli fondamentali, ora la nuova app cartografica made in Cupertino viene criticata per l’eccessivo livello di dettagli fornito sui vari siti sensibili sparsi per il mondo

20121001-153443.jpg

La prima denuncia a riguardo è arrivata dal portale turco SocyalMedia, che ha accusato Apple di aver violato la sicurezza nazionale mostrando con dettagli eccessivi, il sito dove risiede la prigione di massima sicurezza nell’isola di Imrali. The Verge ha quindi poi condotto un’analisi più approfondita comparando i livelli di dettaglio e la qualità delle immagini fornite dai vari servizi di cartografia offerti da Apple, Nokia e Google. Mentre gli ultimi due oscurano decentemente, con qualche eccezione per Nokia, i più importati siti sensibili, come per esempio le basi militari, il servizio Mappe di Apple ha mostrato con dettagli fin troppo chiari tali zone sensibili.
La cartografia di Google e Nokia viene già fornita con le dovute censure e i necessari oscuramenti dai governi, e considerando che il servizio di Cupertino è nato da meno di un mese, si può tranquillamente spiegare perché Mappe non presenta gli stessi livelli di protezione offerti dai servizi rivali; la mano del governo si deve ancora fare sentire, e presto quindi anche l’app Mappe oscurerà i più delicati luoghi diffusi in tutto il mondo.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone