Le nuove mappe di iOS sono state molto criticate a causa della scarsa qualità di dettagli. Sembra però che le nuove mappe di Apple abbiamo guadagnato un punto a favore dato che consumano l’80% di dati in meno rispetto a Google Maps.

Il segreto di questo risparmio, sta nel fatto che Apple utilizza un nuovo tipo di grafica radiale. Quando si utilizzano le mappe di Google e si tenta si eseguire uno zoom, il dispositivo è costretto a scaricare nuovi dati per visualizzare i dettagli che si ingrandiscono. Questi dati che vengono scaricati, si chiamano bitmap.

Le mappe di Apple, invece, non utilizzano questo tipo di tecnologia ma utilizza un’espressione matematica che permette ad iOS 6 di adattare le mappe allo zoom senza scaricare nuovi pacchetti.

Il risparmio di dati, non riguarda la dimensione del database delle due società, ma dalla diversa tecnologia utilizzata. Con l’app di Google, la media di dati scaricati per ogni step è di 1.3MB, contro i 271KB di Mappe in iOS 6. Sembra che Apple abbia una base solida per lavorare ad un grande progetto che però è partito nel peggiore dei modi.

[via]

 

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone