Da poco a Apple è stato concesso un brevetto per il monitoraggio della posizione di condivisione, senza la necessità di una rete cellulare, molto simile a una versione decentrata dell’applicazione della società “Find my Friends”.

Il brevetto utilizzato da Apple per la condivisione descrive i metodi e sistemi necessari per consentire il rilevamento della posizione, senza il supporto di un server centralizzato, consentendo di condividere la posizione di più gruppi di dispositivi.

L’invenzione è simile a “Find my Friends”, ma invece di utilizzare un server per il supporto, un dispositivo host può collegarsi direttamente con una pluralità di dispositivi.

Lanciata a fianco dell’iPhone 4S e iOS 5 nel 2011, l’applicazione “Find my Friends”, permette ai dispositivi iOS di tenere traccia di altri dispositivi tramite GPS, che verranno poi visualizzati in una mappa. Il sistema richiede una connessione ai server Apple.

La tecnologia del brevetto si basa su una delimitazione geografica, ovvero la tecnica di creare un perimetro virtuale attorno a un determinato luogo o dispositivo. Un riconoscimento della posizione permette di segnalare l’entrata o l’uscita della suddetta area, consentendo così di notificare che un utente sta lasciando la zona di copertura della posizione di condivisione del gruppo.

Il brevetto prevede una serie di opzioni di rilevamento, tra cui il monitoraggio costante da un dispositivo host, che potrebbe essere particolarmente utile se in un tour guidato. Se un utente si perde, o vaga fuori dell’area di copertura, il dispositivo invia un percorso all’indietro per il gruppo, al fine di impedire che questo possa perdersi.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone