Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha aperto una porta che potrebbe consentire ad Apple di vendere iPhone in Iran.

Il Dipartimento del Tesoro ha fatto un accordo per consentire l’esportazione verso l’Iran di alcuni servizi, software e hardware utilizzabili per comunicazioni personali: questo sembrerebbe includere anche i dispositivi mobili di Apple.

Questa è una nota positiva per diversi motivi: i dipendenti Apple in passato erano stati accusati di non vendere gli iPhone a persone di origine iraniana, e inoltre, la possibilità per società di Cupertino di essere in grado di vendere gli iPhone direttamente all’interno dell’Iran stesso, dovrebbe impedire qualsiasi altra questione, lungo queste linee.

Questa non è una politica completamente aperta, infatti il Dipartimento del Tesoro continua a non consentire le vendite direttamente al governo iraniano, all’infuori dei beni iscritti in una apposita lista “Specially Designated Nationals”.

Così Apple non ha carta bianca per vendere iPhone in Iran, ma in questo modo, può almeno evitare problemi dovuti a sanzioni, e andare avanti con l’esportazione dei dispositivi orientati al consumo.

[via]

Share.

Leave A Reply