Come si fa a spiare un cellulare senza installare programmi? La risposta è semplice e diretta: non si può.

Spiare, iPhone, Smartphone

La confusione deriva dal fatto che ci sono delle applicazioni in grado di mostrare in una maniera sistematica e organizzata dati che sono perfettamente accessibili e visibili a tutti. 

Un esempio? Ci sono programmi che vengono pubblicizzati come in grado di spiare l’attività WhatsApp altrui solo tramite il numero di telefono. Quello che fanno queste applicazioni è raccogliere l’attività del profilo WhatsApp di un utente in un grafico che indica quando l’utente si è connesso, le variazioni di stato, ecc. Tutte cose che puoi vedere da solo senza bisogno di installare nessun programma nè sul tuo telefono nè su quello della persona che vuoi spiare.

Come si fa quindi a spiare un cellulare senza accesso fisico? Di certo non è gratis, bisogna installare un’applicazione realizzata da un bravo sviluppatore. In compenso non è nemmeno particolarmente costoso. In questo articolo ti rivelerò come e quando è possibile controllare un cellulare a distanza (davvero), i costi da sostenere e i potenziali rischi. 

Come spiare un cellulare a distanza senza accesso fisico

Per spiare un cellulare senza averlo fisicamente tra le mani bisogna installare una app che faccia un backup del telefono e ti permetta di scaricarlo su di un dispositivo in tuo possesso. E’ un po’ come se facesse una copia di sicurezza dei dati da mettere su uno spazio in cloud, quindi su uno spazio virtuale, cui tu poi hai accesso. 

Questa operazione è fattibile 

  • solo per gli iPhone;
  • solo per alcune categorie di dati;
  • solo se hai le credenziali iCloud della persona da monitorare.

Se ti stai chiedendo come spiare WhatsApp senza il telefono della “vittima”, quindi, sappi che queste solo le condizioni fondamentali per poter fare questa operazione. 

App come mSpy possono essere installate anche a distanza, purchè siano soddisfatte le condizioni che ti ho appena elencato. Inoltre, sul cellulare della persona da monitorare deve essere attiva la funzione di backup di iCloud in modo da poter mandare i dati al tuo dispositivo e il proprietario non deve aver eseguito il jailbreak, ossia la procedura di rimozione delle restrizioni del produttore all’accesso ai file di sistema. 

E’ complicato? Non servono particolari competenze tecniche, ma è sempre meglio avere un buon servizio di assistenza a disposizione. mSpy, ad esempio, offre un servizio di assistenza 7×24 in grado di aiutarti in ogni fase dell’operazione. 

Controllare un cellulare a distanza: quali sono i costi?

Come ti ho anticipato, controllare un cellulare a distanza non è gratis, ma neppure costoso. Utilizzare mSpy senza jailbreak per un mese, ad esempio, costa 26,99 euro e il prezzo cala se la app ti piace e decidi di utilizzarla per più mesi, ad esempio per il controllo parentale o per monitorare i telefoni aziendali. Se hai un coupon puoi risparmiare ancora di più. 

Del resto una app spia deve essere sicura per te e per la persona da monitorare! 

Sviluppare un’applicazione che funziona comporta dei costi e se ti consentono di installarla gratis ti consiglio di valutare scrupolosamente da dove proviene. Le app in versione demo con rinnovo obbligatorio sono più sicure, ma se un programma è veramente gratis potrebbe nascondere brutte sorprese e installare sul tuo telefono virus, trojan, ecc. E mettere a rischio anche i dati sensibili della persona che stai controllando!

A questo punto è bene parlare dei rischi dell’operazione.

Spiare un cellulare a distanza: quali sono i rischi?

mSpy è una app che nasce per il controllo parentale, cioè per scopi legali. Infatti permette di avere un controllo totale del telefono, dalle chiamate alla posizione GPS, dai messaggi WhatsApp fino alle foto e ai video. 

Utilizzare una app per spiare un cellulare a distanza è legale solo in due casi:

quando il cellulare è intestato a te;

quando il cellulare è intestato ad una persona di cui sei tutore legale.

In tutti gli altri casi potrebbero accusarti di violazione dell’art. 615 ter del Codice Penale (accesso abusivo ad un sistema informatico), con una pena fino a 3 anni di reclusione, che diventano 5 se nel farlo danneggi il telefono. 

Un caso particolare è il telefono del coniuge: monitorarlo è sempre illegale, ma molte sentenze hanno confermato che i dati acquisiti possono essere portati come prova in un processo di separazione. 

Un altro caso particolare è il monitoraggio dei telefoni aziendali. Anche qui spiare il cellulare a distanza è illegale se il dipendente non è consapevole del monitoraggio. Comunque ci si può limitare solo a visualizzare la posizione GPS in tempo reale, senza conservare i dati. Due finalità per cui si può controllare il cellulare aziendale a distanza sono, ad esempio, tutelare la sicurezza di un dipendente che lavora fuori sede o offrire un servizio di assistenza clienti più veloce e puntuale.

Share.

Comments are closed.