Ultimamente stiamo vedendo come i governi dei Paesi europei  stanno prestando particolare attenzione alle politiche sulla privacy offerte dalle maggiori compagnie presenti in rete. In questa direzione, il tribunale di Berlino ha revocato 8 delle 15 disposizioni della politica sulla privacy di Apple, riguardanti l’utilizzo dei dati degli utenti.

giudice

In questo caso non si tratta di un tema banale poiché, i termini e le condizioni ai quali si riferisce la sentenza sono quelli in cui Apple chiede agli utenti un “consenso mondiale” per l’uso dei propri dati: ciò che viene contestato è la mancanza di informazioni sul modo in cui questi dati verranno impiegati, cosa che infrange la legge tedesca in materia di privacy e protezione degli utenti.

Si tratta di un tema particolarmente importante, non tanto per le conseguenze che Apple potrebbe subire in Germania ma per l’impatto che questa sentenza potrebbe avere nel resto degli altri Paesi dell’Unione Europea. I termini e le condizioni ai quali si riferisce la corte tedesca, che sono uguali in tutto il territorio europeo, potrebbero non essere conformi con il Diritto Comunitario e quindi essere oggetto di un’investigazione da parte della Commissione Europea.

Tuttavia, ad oggi, la sentenza verrà applicata solo in Germania dove Apple sarà chiamata a fornire tutte le informazioni necessarie agli utenti affinché sappiano in che modo verrano usati i propri dati.

[via]


Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone