Il giudice Denise Cote ha affermato che il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sarà probabilmente in grado di dimostrare che Apple ha colluso con i principali editori di libri per gonfiare falsamente i prezzi degli e-book venduti tramite iBook Store.

ibooks-publishing1

Secondo i rapporti processuali, il giudice Cote ha fissato il processo tribunale istituito per il 3 giugno, affermando che si è giunti ad una conclusione provvisoria dopo aver osservato una parte delle prove.

“Credo che il governo sarà in grado di dimostrare in giudizio la prova diretta che Apple ha consapevolmente partecipato e facilitato una cospirazione per aumentare i prezzi degli e-book, e che la prova indiziaria, in questo caso, tra i termini degli accordi, confermerà tutto ciò”, ha detto il giudice Cote.

“Siamo fortemente in disaccordo con le dichiarazioni preliminari del tribunale circa il caso di oggi,” ha dichiarato l’avvocato di Apple, Orin Snyder. Ha inoltre continuato: “Siamo lieti di presentare la nostra deposizione in udienza e dimostrare che Apple non ha a che fare con i fatti di cui è accusata”.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone