Noi tutti lo sanno, ma ora è confermato: l’uso dello smartphone di notte rovina il giorno successivo, riducendo la produttività e la messa a fuoco dopo che ci svegliamo.
20140125-125139.jpg

La Michigan State University Business, ed il ricercatore Russell Johnson con il suo team, hanno prodotto un sondaggio tra lavoratori americani, chiedendo, alle persone in questione, se avendo usato lo smartphone dopo le 9 di sera, avessero avuto problemi al lavoro, il giorno. In breve, hanno trovato correlazione tra tarda notte, l’uso di smartphone e le prestazioni lavorative del giorno dopo.

L’indagine ha valutato “l’esaurimento mentale / fatica”, utilizzando un sondaggio convalidato, che i partecipanti hanno completato la mattina seguente, che ha osservato concentrazione ed attenzione.

“Gli smartphone sono quasi perfettamente progettati per disturbare il sonno”, ha detto Johnson. “Perché ci tengono mentalmente impegnati fino a tarda sera, fanno fatica a staccarsi dal lavoro in modo da poter rilassarsi ed addormentarsi”.

Sembra quindi che uno smartphone è in grado di prosciugarvi l’energia della giornata successiva, più di guardare la TV o di stare seduti davanti ad un computer. Il problema sta anche nel fatto che sono vicini al vostro comodino, ed emettono unrestful, ovvero “luce blu”, e quindi sono i peggiori colpevoli, tra tutto quello che ci circonda, ad impedirci di dormire bene la notte.

Il professore associato ammette che non possiamo sempre mettere giù il telefono, soprattutto quando i nostri posti di lavoro sono in prima linea.

“Ci possono essere momenti in cui rimandare il lavoro fino al giorno successivo avrebbe conseguenze disastrose e utilizzando lo smartphone ne vale la pena perdere sonno, con tutti gli effetti negativi che ne conseguono.

“Una raccomandazione ovvia è quella di impostare alcuni limiti riguardo all’uso dello smartphone, come ad esempio spegnerlo completamente dopo un certo periodo di tempo (ad esempio, alle ore 22:00)”, ha riferito il professore.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone