Il Sydney Morning Herald, riporta che diversi utenti australiano Mac, iPhone e iPad stanno scoprendo che i loro dispositivi sono stati bloccati a distanza tramite il servizio Apple Find My iPhone, da qualcuno con il nome di “Oleg Pliss .”

bl

 

L’hacker o gli hacker in questione, poi richiedono il pagamento da $ 50 a $ 100 su un account anonimo PayPal al fine di ripristinare i dispositivi ai loro proprietari; un thread attivo sul forum di supporto di Apple è stato avviato ieri mentre gli utenti hanno iniziato a scoprire che erano stati presi di mira dall’attacco. Secondo tale discussione, gli utenti stanno trovando tutti i loro dispositivi bloccati contemporaneamente. Sulla base di tale relazione e il fatto che Trova il mio iPhone viene utilizzato per tenere il dispositivi in ostaggio, sembra probabile che l’autore ha ottenuto l’accesso a iCloud, attraverso il riutilizzo di password dagli utenti, piuttosto che qualche dispositivo specifico malware o hack. Gli utenti colpiti sono quelli che non dispongono del codice di blocco o dell’impronta, questi sono per il momento salvi; purtroppo, gli utenti colpiti da questo attacco dovranno mettersi in contatto con Apple per risolvere il problema. E ‘anche altamente consigliabile reimpostare la password di sicurezza e le domande dell’ID Apple dopo aver riacquistato l’accesso all’account iCloud interessato.

Alcuni consigli per chi ancora non è stato colpito sono: non utilizzare la stessa password per tutti i siti o i social a cui si è iscritti altrimenti una volta che gli hacker l’hanno scoperta potranno accedere a tutto senza problemi; utilizzare l’autenticazione a due fattori. L’autenticazione a due fattori aumenta la tua sicurezza online, potrai richiedere di inserire un codice time-sensitive dopo l’accesso e prima di accedere al tuo account; utilizzare un codice o Touch ID sui tuoi dispositivi iOS.

[via]


Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone