Samsung ha firmato un accordo con Apple per la fornitura di chip di memoria DRAM avanzati, che saranno presenti sugli iPhone del 2015.

apple-vs-samsung2

La DRAM, acronimo di Dynamic Random Access Memory, è un tipo di RAM che immagazzina ogni bit in un diverso condensatore. Il numero di elettroni presenti nel condensatore determina se il bit è 1 o 0. Se il condensatore perde la carica, l’informazione è perduta: nel funzionamento la ricarica avviene periodicamente. Da qui la definizione di memoria dinamica, opposta alle memorie statiche come la SRAM. Per la caratteristica di perdere le informazioni in mancanza di energia, la DRAM viene definita anche volatile; è detta anche memoria solida.

L’accordo si dice interessi miliardi di dollari in materiali e contrattazioni, e conferma che Samsung produrrà almeno la metà dei chip di memoria di cui Apple avrebbe bisogno per la prossima generazione di iPhone. La relazione sostiene che Apple potrebbe chiedere a Samsung di far decollare la produzione dei chip, se necessario, con il presunto contratto della durata di almeno un anno.

L’accordo è stato raggiunto pochi mesi fa, dopo che Samsung ha iniziato la produzione di massa di nuovi chip da 20 nanometri a 8 Gigabit LPDDR4, che si vocifera offrano più del doppio della densità e delle prestazioni, rispetto al suo predecessore a 4 Gigabit LPDDR3.

Anche se non è ancora previsto un lancio imminente, ovviamente, dei nuovi iPhone 6S, alcune indiscrezioni hanno cominciato ad apparire sul web: Samsung avrà la maggiore responsabilità sulla produzione della maggior parte dei chip Apple A9 a 14nm. Anche se, notizie contrastanti, danno TSMC come fornitore dei chip ufficiali di quest’anno.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone