SVP di Apple del marketing Phil Schiller, questa sera ha rilasciato un’intervista a John Gruber di podcast The Talk Show, durante la quale ha affrontato una serie di argomenti diversi.

Intervista a Phil Schiller, ecco di cosa ha parlato

 

Gruber e Schiller insieme hanno discusso degli annunci durante la WWDC di Apple, come watchOS 2 e Apple Music. I due hanno anche parlato di molte delle decisioni di Apple nel corso degli ultimi due anni, tra cui l’ossessione della società del rendere i dispositivi il più sottili possibile e come mai sulla terra vendono ancora dispositivi 16GB nel 2015.

Gruber ha chiesto a Schiller circa la lunghezza del keynote WWDC di quest’anno, che è stato visto da molti come troppo lungo. Schiller ha risposto che Apple cerca di mantenere keynote della durata di circa 1:45-2:15 ore e ha rilevato che la società ha tagliato un sacco di cose al fine di mantenere la presentazione di quest’anno di una lunghezza ragionevole.

Per quanto riguarda il rilascio di un SDK per le applicazioni native di Apple Watch, Schiller ha paragonato l’importante delle app native alle applicazioni di iPhone che ormai sono indispensabili. Apple, ovviamente, ha annunciato Apple Watch lo scorso settembre e ha seguito l’annuncio con WatchKit, non un SDK. Un nativo SDK non sarà liberato fino alla fine di quest’anno, una mossa che ha perplesso molti nella comunità degli sviluppatori.

Schiller e Gruber hanno anche discusso di Apple Music, con il dirigente di Apple che ha detto che ha senso comprare ancora dischi e che egli stesso acquista ancora quelli e che si diverte davvero. Eddy Cue e Jimmy Iovine recentemente hanno rilasciato un’intervista con The Guardian in cui sono andati più in profondità per quanto riguarda alcune delle decisioni prese su Apple Music.

Gruber ha anche chiesto a Schiller perché Apple continua a vendere iPhone ed iPad da 16GB in un’epoca in cui le dimensioni delle applicazioni sono così grandi e il prezzo di archiviazione è così basso. Schiller, naturalmente, ha difeso la mossa di Apple. Alla WWDC di quest’anno, Apple ha annunciato una manciata di caratteristiche per migliorare l’esperienza sui dispositivi di capacità inferiore, tra cui la riduzione della quantità di spazio libero richiesto per gli aggiornamenti iOS e il diradamento molte applicazioni.

A seguito di tale discussione, Gruber e Schiller hanno parlato del desiderio di Apple per la creazione di dispositivi ultra-sottili e la critica sostiene che Apple si concentra troppo sulla magrezza e non abbastanza sulla durata della batteria e sulle prestazioni. Schiller ha affermato che Apple ha trovato il perfetto equilibrio tra la durata della batteria e la magrezza, sottolineando che se si desidera una batteria più grande in un dispositivo, questo sarà più pensate e più costoso e richiede più tempo per caricarsi. Noi modelliamo ogni spessore, ogni formato, ogni peso e cerchiamo di capire quali sono i compromessi migliori.

La discussione sulla magrezza dei dispositivi Apple, naturalmente, ha portato Gruber a chiedere a  Schiller qualcosa sul nuovo 12-inch MacBook di Apple. Schiller ha detto che ha un modello Space Gray e ama quanto è sottile e portatile. Come ci si aspetterebbe, Schiller ha difeso la decisione di Apple di inserire una sola porta USB-C sul dispositivo, dicendo che come società, deve prendere dei rischi, al fine di avere successo. “Se tutto ciò che facciamo è un incrementale, leggero cambiamento, dove è l’emozione? Dobbiamo prendere dei rischi. Questo è l’Apple che voglio. Un Apple che è audace e assume rischi ed è molto aggressiva “.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone