Samsung starebbe facendo un tentativo di rubare il lavoro di Toshiba per produrre i chip di memoria flash per i prossimi iPhone.

Samsung vuole una quota maggiore della produzione di iPhone

La notizia arriva poco dopo i rapporti in cui affermano che Apple sta cercando di aggiungere più velocità a base di TLC di archiviazione flash NAND per la nuova generazione di iPhone, forse in rotta verso l’abbandono dell’opzione di archiviazione entry level da 16 GB in gran parte inutile per gli iPhone attuali.

I chip NAND business di Samsung hanno già perso contro Toshiba, SanDisk e SK Hynix quando si tratta di ottenere business da Apple, in gran parte a causa del prezzo che Samsung ha citato per produrre i chip.

Per l’attuale iPhone 6 e 6 Plus, gli ordini NAND sono divisi tra Toshiba, SK Hynix e SanDisk in un rapporto di 50%, 20% e 20%. Non si sa quando Samsung sarebbe in cerca di prendere in consegna tutto ciò, anche se potrebbe essere dopo il ruolo di produzione di Toshiba.

Come afferma il rapporto di oggi:

Apple prevede di aumentare le consegne dei modelli di fascia media di iPhone con capacità maggiore tra la crescente domanda dei consumatori per le funzioni ad alta intensità di dati, tra cui i servizi cloud. Samsung Electronics è in trattative per vendere i suoi chip flash per i prossimi modelli.

La fabbrica di chip di Samsung a Xian in Cina, si dice che stia attualmente testando la stabilità e la durata delle sue ultime chip NAND, anche se non è stato fatto ancora nessun accordo con Apple per quanto riguarda i prezzi o le spedizioni.

Mentre nulla è stato deciso, la relazione di oggi sono sicuramente una cattiva notizia per tutti coloro che sognano un mondo in cui Apple ha finalmente affossato Samsung del tutto. Toshiba, stiamo cercando te!

[via]

Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone