Apple ha silenziosamente aggiornato Siri via server remoto, aggiungendo il supporto per chi subisce violenze di natura sessuale.

Siri, Abusi Sessuali

Apple, il mese scorso, ovvero il mese di marzo, ha silenziosamente aggiornato il proprio assistente virtuale Siri, in modo tale da poter gestire al meglio, e finalmente, tutte le domande sulla violenza di natura sessuale, ed altre emergenze impellenti, con alcune query programmate, che adesso danno delle risposte sviluppate in collaborazione con l’associazione nazionale sulle violenze alle donne, ovvero il Rape, Abuse and Incest National Network (RAINN).

Più precisamente, l’aggiornamento nascosto, è avvenuto il 17 marzo 2016, in cui Apple ha aggiunto frasi riconoscibili da tutti, come:

Sono stata violentata; Ho subito abusi.

Le risposte che darà in automatico l’assistente virtuale di Apple, includono da oggi i collegamenti Web al numero verde nazionale sulla violenza sessuale negli Stati Uniti d’America, come ha confermato giorni fa l’ABC News.

Con le interazioni uomo-macchina, che ormai stanno diventando sempre più comuni negli smartphone e tablet, gli assistenti virtuali potrebbero presto essere condotti vitali, attraverso i quali le vittime riporteranno aggressione e, se programmati in modo corretto, ottenere anche l’aiuto di cui hanno bisogno.

Se avete quindi subito violenze di natura sessuale, e non sapete proprio a chi rivolgervi per paura di eventuali ripercussioni, o per semplice vergogna, il vostro amato iPhone potrebbe aiutarvi da oggi… Davvero!

[via]

Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone