Un dipinto del lontano 1670, osservato recentemente dal CEO di Apple, Tim Cook, porta alla luce il primo iPhone della storia?

Tim Cook, iPhone, Dipinto, 1670

Si accredita ad Apple, il primo vero smartphone touchscreen della storia, che ha poi condizionato il mercato mondiale che tutti ormai conosciamo ad oggi. Ma si scopre che alcune persone, hanno utilizzato dispositivi touch già nel lontanissimo 1670. Almeno questo è quello che sostiene Tim Cook, il CEO di Apple: mettendo gli occhi su un dipinto di 346 anni fa, di Pieter de Hooch, dove ha scovato un iPhone al suo interno.

Prima della sua apparizione all’avvio del Fest Europe ad Amsterdam, all’inizio di questa settimana, Cook ha incontrato l’ex commissario Europeo Neelie Kroes, al Rijksmuseum. Sul palco, il giorno successivo, Kroes ha chiesto al CEO di Apple, se sapesse quando fosse stato inventato il primo iPhone. Ecco la risposta.

Sai, pensavo di saperlo fino a ieri sera. La scorsa notte, Neelie mi ha portato a guardare un certo Rembrandt, in uno dei suoi dipinti, e sono rimasto davvero scioccato. C’era un iPhone in uno dei suoi quadri. È difficile da vedere, ma giuro che c’è!

Naturalmente, Cook non ha visto un vero e proprio iPhone, ma un uomo che regge fra le mani una lettera per una donna, all’interno di una sala, che è stato dipinto nel 1670 dall’artista olandese Pieter de Hooch.

Tim Cook ha bisogno di una visita oculistica, oppure ha ironizzato sul fatto accaduto? :)

[via]

Share.

Comments are closed.

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone