Il noto giornalista Brent Schlender ha trovato delle vecchie registrazioni su nastro di Steve Jobs.

Nell’articolo pubblicato da Fast Company Magazine,  Schlender racconta degli anni selvaggi di Jobs, i più importanti di tutta la sua esistenza dall’esilio da Apple avvenuto tra il 1985 fino ad arrivare al 1996. Di seguito le sue parole:

Si è sposato e ha messo su famiglia. Ha appreso il valore della pazienza e la capacità di simularla quando la perdeva. Ma più importante di tutto, il lavoro portato avanti nelle due società che dirigeva al tempo -NeXT e Pixar- avrebbe poi spinto Apple ad altezze inimmaginabili al suo ritorno.

Alcuni pensieri sulla sua amata Pixar:

Questi ragazzi erano molto più avanti di noi sulla grafica, molto più avanti,” ricordava Jobs. “Erano avanti a chiunque. Me lo sentivo nelle ossa che questa sarebbe stata una cosa molto importante.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone