Una fonte anonima interna a Foxconn, ha parlato con il Wall Street Journal, dicendo che l’iPhone 5 è “il dispositivo più difficile che Foxconn abbia mai assemblato.” Tuttavia i miglioramenti ci sono stati, infatti la produttività dell’assemblaggio dell’iPhone 5 negli stabilimenti è già aumentata.

Foxconn ha già preso provvedimenti per migliorare i problemi di qualità del prodotto, cioè i graffi sulle cornici in metallo, infatti ha eseguito presso i suoi impianti un nuovo controllo di qualità per ridurre i danni.

La fonte anonima ha anche ammesso che la rivolta verificatasi il mese scorso negli impianti Foxconn, era collegata al corpo in metallo, e ad altri “problemi di qualità” del nuovo iPhone 5.

Le osservazioni del funzionario anonimo Foxconn, danno sostegno alle voci precedenti, che hanno indicato i problemi di qualità dello chassis dell’iPhone 5, i quali avrebbero rallentato la produzione. Il Senior Manager di Apple avrebbe incaricato i dirigenti Foxconn di rafforzare le misure di controllo poco dopo l’uscita dell’iPhone 5 nel mese di settembre.

Gli operai hanno indicato che il guscio di metallo dell’iPhone 5, è molto sensibile ai graffi in tutte le fasi di montaggio, per cui è difficile ottenere una perfetta unità finale.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone