Oggi, il CEO di Apple Tim Cook ha annunciato che, a partire dal 2013 Apple potrebbe investire più di 100 milioni di dollari per produrre il Mac negli Stati Uniti. Molto probabilmente il Mac che verrà costruito negli Stati Uniti è il Mac Pro e sveliamo subito il perchè.

Bisogna innanzitutto chiedersi perché Apple produce i suoi prodotti all’estero. Ci sono due ragioni, uno è il costo il secondo è il lavoro. Spesso si dice che Apple produce in Cina per via del costo del lavoro in quanto un assemblatore di dispositivi in Cina costa meno di quanto costerebbe in America. Spostare quindi tutta la produzione in America causerebbe un aumento del 30% del costo dei prodotti Apple.

Quel che c’è da dire sul lavoro, invece, è che Apple in passato produceva in America. Tuttavia la fuga di studenti stranieri di talento dall’America, per via delle leggi sulle immigrazioni, ha fatto si che Apple si orientasse in direzione della Cina.

Questi due fattori fanno si che Apple scelga la Cina in quanto offre i tipi di lavoratori di cui ha bisogno. Apple non trova solo tecnici specializzati ma anche lavoratori che hanno acquisito il Know-how tecnico per la costruzione di prodotti sempre più complessi. Arriviamo dunque al nostro punto di partenza. Il Mac Pro è molto più facile da costruire a differenza di altri prodotti Apple come MacBook Pro, MacBook Air e via dicendo. All’interno del Mac Pro, infatti, le componenti non sono montate in modo complesso e quindi questo Mac non richiede un lavoro estremamente tecnico.

Tim Cook ha dichiarato nella sua intervista che Apple ha intenzione di investire 100 milioni di dollari. Questo è solo un piccolo passo che se geniale porterà altri prodotti ad essere fabbricati negli Stati Uniti.

In conclusione la scelta del Mac Pro è mirata in quanto si tratta di un prodotto di nicchia ed è rivolto ad una clientela che può pagare un po’ di più per un adesivo con dicitura “Made in USA”.

[via]

Share.

Leave A Reply

AppleZein | Blog Apple N.1 in Italia per utenti iPhone