L’Obsolescenza Programmata è stata fatta pagare sia ad Apple che a Samsung, grazie ad una nuova multa dell’Antitrust.

Obsolescenza Programmata, Apple, Multa, Samsung

Per chi non sapesse cos’è l’obsolescenza programmata, si tratta di una pratica scorretta utilizzata dall’ambiente tecnologico, volta a rallentare le prestazioni dei prodotti, una volta installati i più recenti aggiornamenti nel corso del tempo, che ti invoglia ad acquistare un nuovo prodotto più avanzato, ma della stessa marca e categoria.

Tempo fa, abbiamo visto una cosa simile creata da Apple e Samsung, ma ovviamente in due modi differenti: nel caso di Samsung c’è solo un rallentamento delle prestazioni, man mano che si aggiorna il dispositivo, mentre nel caso di Apple si parla di un rallentamento voluto, che dimezza le prestazioni del processore, quando la batteria del prodotto è usurata, in questo caso iPhone, a tal punto da non permettere un corretto e regolare funzionamento del dispositivo. Questo rallentamento, a detta di Apple, mantiene stabile l’accensione e lo spegnimento del dispositivo, pur avendo una batteria usurata, evitando arresti anomali ed improvvisi.

Non la pensa così l’Antitrust, che ha apportato una sanzione di ben 10 milioni di euro per Apple, e di ben 5 milioni per la seconda.

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha annunciato le decisione dopo aver accertato che, «mediante l’insistente richiesta di effettuare il download, ed anche in ragione dell’asimmetria informativa esistente rispetto ai produttori», le società portavano i propri utenti ad installare aggiornamenti su dispositivi, «che non erano in grado di supportarli adeguatamente», senza però informarli della cosa, né senza dare loro possibilità di ripristino della versione precedenti. «È una decisione storica che finalmente ristabilisce il diritto del consumatore a poter fruire di prodotti funzionanti», ha commentato il responsabile delle relazioni esterne di Altroconsumo, che dal 2014 evidenzia le criticità del problema. «Grande apprezzamento per una condotta che denunciamo da anni», anche da Federconsumatori. Mentre Codacons aggiunge che l’Antitrust ha così aperto « la porta ad azioni risarcitorie contro Apple e Samsung da parte degli utenti».

Insomma, una piccola vendetta per noi consumatori, che ogni tanto ci sta, pur apprezzando Apple.

Vi ricordo che AppleZein.net, trasmetterà in DIRETTA, interamente in lingua Italiana, l’intero evento del nuovo iPad X, tramite la pagina apposita https://www.twitch.tv/applezein. Il tutto inizierà il 30 ottobre dalle ore 14:15.

Potete seguire l’evento anche tramite la nostra applicazione gratuita per iPhone iAppZein, attivando le notifiche, che trovate tramite questo link, oppure grazie al nostro canale Telegram, che trovate su quest’altro link.

Fammi sapere la tua! Commenta sui Social di AppleZein! La tua opinione è importante per me!

Non hai ancora la mia App? Che aspetti? Scaricala! È GRATIS! http://bit.ly/iAppZein

ISCRIVITI al mio Canale YouTube UFFICIALE! http://bit.ly/2ekhCrr

Cerchi prodotti tecnologici a Metà Prezzo? Ecco il mio Mercatino: https://goo.gl/oqZeQj

Seguimi su Telegram: https://telegram.me/applezein

Seguimi su Twitter: http://bit.ly/2ejZpWf

Seguimi su Facebook: http://bit.ly/2ehAeFh

Seguimi su Instagram: https://goo.gl/fNmRMl

[via]

Share.

Comments are closed.