Il sito Apple.it aggiunge una spiacevole novità, ovvero una recente precisazione, obbligatagli dallo stato italiano, insieme ad una multa.

Obsolescenza Programmata, Apple, Multa, Samsung

Apple è stata costretta ad aggiungere una dichiarazione riguardante l’esito di una causa per “obsolescenza programmata”, all’interno della sua homepage Italiana. Il tribunale ha stabilito che Apple non ha fornito informazioni adeguate sull’impatto derivante dall’esecuzione dell’aggiornamento iOS 10.2.1, che ha introdotto il famigerato rallentamento delle prestazioni di iPhone, causato dalle batterie degradate.

Apple ha perso la causa alla fine del 2018 proprio nella nostra nazione, dove un tribunale ha dichiarato che Apple deve pagare svariati milioni di euro (Cifra non divulgata) come pena.

Per precisare cos’è successo durante il processo, l’efficace implementazione del programma scontato per la sostituzione della batteria a soli 29€, e le opzioni per monitorare lo stato di salute della batteria nelle Impostazioni, non sono state contestate nella causa, anzi. L’unica cosa per la quale sono stati incolpati infatti, è inerente al ritardo nel presentare queste misure di rimedio.

Oltre alla multa, Apple è stata costretta ad aggiungere una dichiarazione di consulenza sul proprio sito Web, per spiegare ai clienti cosa era successo all’epoca, ma lo ha fatto comunque in lingua inglese, forse per snobbare quello che è la sentenza finale.

Insomma, è giusto così?

Aggiornamento: Sembra che adesso la scritta sia completamente in lingua italiana.

Fammi sapere la tua! Commenta sui Social di AppleZein! La tua opinione è importante per me!

Non hai ancora la mia App? Che aspetti? Scaricala! È GRATIS! http://bit.ly/iAppZein

ISCRIVITI al mio Canale YouTube UFFICIALE! http://bit.ly/2ekhCrr

Cerchi prodotti tecnologici a Metà Prezzo? Ecco il mio Mercatino: https://goo.gl/oqZeQj

Seguimi su Telegram: https://telegram.me/applezein

Seguimi su Twitter: http://bit.ly/2ejZpWf

Seguimi su Facebook: http://bit.ly/2ehAeFh

Seguimi su Instagram: https://goo.gl/fNmRMl

[via]

Share.

Comments are closed.