Digitale, Intelligenza Artificiale, IoT (in italiano Internet delle Cose), smartphone, smart-home.

Foto, Apple, Scansiona, Privacy

Sono tutti termini che sono entrati di diritto e con prepotenza nel glossario italiano comune. La digitalizzazione, insieme con l’abbassamento dei costi di un dispositivo medio, ha fatto proliferare non soltanto la fruizione di canali di intrattenimento on-demand, come i famosissimi NowTV, Netflix, Sky e Infinity, ma anche piattaforme di gioco e scommesse on line, come www.starcasino.it, o ancora servizi come Spotify o Apple Music per poi spostare l’attenzione sulle applicazioni, ormai milioni e milioni e per tutti i gusti e necessità. Certo è, che il precursore in assoluto di quest’era digitale e di connessione infinita e continua è stata sicuramente la Apple, anche se il marchio di Cupertino non detiene il primo posto per la concezione del primo smartphone in assoluto costruito dall’uomo, che è il Simon prodotto dalla IBM nel “lontano” 1994 e che disponeva di un solo MB di memoria. Ma si può certamente dire che in assoluto, il brand che ha influenzato maggiormente il mercato, sia dal punto di vista dei consumatori, che dei produttori è sicuramente la “Mela” di Steve Jobs e su questo non ci sono dubbi e sta continuando a farlo e si prevedono grosse novità per il biennio 2020-2021.

Un 2020 pieno di sorprese

Secondo alcune indiscrezioni neanche tanto velate, il brand di Cupertino ha in serbo una valanga di news e nuovi prodotti per i suoi già affezionatissimi clienti e per affascinarne altri. La prima novità che stuzzica la fantasia degli appassionati della “mela” è un innovativo AirPower, chiariamo bene il discorso, molti addetti ai lavori ed utenti erano rimasti delusi dall’annuncio poi ritrattato per l’uscita di un AirPower ad induzione che potesse ricaricare due o più prodotti Apple contemporaneamente, mantenendo gli standard elevati del “made in Cupertino”. Ora questo risultato sembra quanto mai più vicino, con l’annuncio di un AirPower Mini ad induzione, che, secondo “rumors” di settore, potrebbe ricaricare liberamente almeno tre prodotti Apple allo stesso momento. Altro prodotto che aspettano tutti con “ansia”, sono le nuove cuffiette per la fruizione di contenuti multimediali e che fungono anche da auricolari per lo smartphone, dopo l’uscita e l’ottima riuscita delle AirPods 2 ed AirPods Pro, la Apple sta per lanciare un nuovo modello, questa volta più avvolgente rispetto alle AirPods, quindi con una copertura dell’orecchio quasi totale, a differenza delle AirPods che avevano avuto anche dei detrattori soprattutto per il fattore estetico.

MacBook 13 e MacBook Air

Ma ecco il prodotto più atteso di tutti, il notebook Apple, che poi, a chiamarlo semplicemente “notebook” si rischia grosso. L’emblema dell’alta scuola di ingegneria della casa di Cupertino si rifarà finalmente il look nel 2020 e non sono poche le novità che accompagnano la sua uscita. The “king of the king” sarà il nuovo MacBook 13 pollici, una combinazione di modernità: infatti dovrebbe montare la nuova tastiera, quella del MacBook 16 ed i processori che sono stati concepiti e prodotti a fine 2019, si prevede quindi un computer che “volerà” come amano dire gli amanti del settore. Per ciò che concerne il suo cugino minore, anche per il MacBook Air sono previsti degli “update”, anche se di minore portata: si dice che l’azienda stia prevedendo di sostituire il display con il pannello “True Tone” di ultimissima generazione e anche i processori. Per il MacBook 13 pollici, la presentazione è prevista per marzo 2020, mentre per il MacBook Air, l’uscita, salvo eventuali modifiche e decisioni di strategia, è prevista per luglio 2020.

Share.

Comments are closed.