AppleZein.net
Sconti Tech


Video | SIAMO VITTIME DI UNA TRUFFA che COINVOLGE anche VOI





Vi avviso e metto in guardia su un’importantissima truffa nella quale AppleZein e voi utenti siete stati coinvolti in questi ultimi giorni.

Avviso, Truffa, Web

È con grande dispiacere che vi segnalo una tentata truffa ai danni degli utenti di AppleZein.net, che coinvolge il nostro marchio, proprietà intellettuale mia personale.

In sostanza, un sito web, che non nominerò per non fare pubblicità a questa gentaglia che sfrutta illeciti per guadagnare qualche spiccio, ha inviato centinaia e centinaia di messaggi privati in Direct a moltissimi utenti che seguono su Instagram l’account @AppleZein. All’interno di questi messaggi era presente un chiaro spam illecito di un presunto sito web che vende iPhone ricondizionati, fatto malissimo se posso permettermi, che citava però il nome di AppleZein.

Nello specifico, come vedete nello screen ovviamente censurato, oltre a propinare fantomatici Contest, che ricordiamo hanno bisogno per legge europea, ormai da diversi anni, di un notaio che attesti l’avvenuta estrazione e non di un tizio qualsiasi che estrae a caso o per finta prodotti in regalo, il nostro amico spammone ha nominato AppleZein all’inizio con la frase “Ciao, ho visto che segui AppleZein”, riferendosi a noi come se volesse far intendere in modo sottile, che ci fosse un nesso fra le due cose.

Contattare privatamente, con account falsi sui social, spammando un marchio altrui, ingannando gli utenti o illudendoli, È REATO. AppleZein infatti, vi comunica che si impegna a denunciare in modo privato il suddetto individuo, in modo da tutelare i propri interessi ed anche quelli degli utenti che seguono tutti i giorni notizie e video.

In fine, vi dico che anche voi potete fare qualcosa per voi stessi, dato che siete stati vittime di spam ingannevole, ovvero fare una personale richiesta al garante della privacy di tutelare la vostra privacy dopo il fatto accaduto. Il tutto tramite questi moduli, sottolineando il pieno appoggio ad AppleZein.net e alla denuncia fatta.

Ci dispiace per quanto accaduto, anche se ovviamente non dipende da noi ma dai pazzi sul web che non sanno cosa voglia dire la legge, ma prenderemmo provvedimenti veramente severi per porre rimedio a tutto.

Grazie per l’attenzione.

Da 11 anni cerco di dare un senso al mondo del web, trovando sempre strade nuove da intraprendere, con un tocco di follia.