AppleZein.net

Ecco la VERITÀ sul perché Jony Ive ha lasciato Apple

Secondo quanto riportato dalla fonte di oggi, Jony Ive avrebbe lasciato Apple per colpa della sua pigrizia sul lavoro.

Jony Ive, Pigro, Cacciato, Apple

Poco dopo l’annuncio ufficiale rilasciato proprio da Apple, nel quale si evinceva l’abbandono di Jony Ive, ovvero il capo del design Apple che da 20 anni gestisce e crea i prodotti che noi amiamo, sono trapelate diverse altre informazioni molto interessanti.

Il famoso sito Bloomberg News aveva ipotizzato un problema relativo al primo Apple Watch, che suscitò malumori aziendali. Infatti, proprio oggi,  il Wall Street Journal ha pubblicato un ulteriore rapporto, basato su conversazioni raccolte da più di un anno con persone che hanno lavorato con e per Ive, così come persone vicine alla leadership di Apple.

Il rapporto segue parlando del suo team di progettazione frustrato dalla crescente assenza di Ive, ma mette in luce il malcontento del capo del design all’interno dell’azienda, che a suo giudizio stava diventando meno focalizzato sul design e più guidato dalle operazioni.

Secondo le fonti che hanno parlato al WSJ, Ive ha spinto per la realizzazione di Apple Watch tanti anni fa, nonostante i molti pareri in disaccordo di alcuni dirigenti, che si sono chiesti se un dispositivo così piccolo potesse avere un’app killer che costringesse le persone a comprarlo.

Quando il CEO di Apple Tim Cook ha approvato il progetto nel 2013, Ive si è letteralmente buttato dentro al progetto, ed ha supervisionato interamente e completamente il team dell’interfaccia software ed del design industriale, conducendo riunioni quasi quotidianamente.

Secondo quanto riferito, desideravo identificare lo smartwatch come fosse un accessorio di alta moda, ma alcuni dirigenti Apple lo immaginavano come un’estensione di iPhone. Alla fine, è stato concordato un compromesso che ha unito entrambe le cose, infatti, durante la prima uscita ufficiale, Apple Watch fu venduto in versioni economiche Sport da 349$, ma anche da versioni in oro vero a 17.000$, collaborando anche con marchi prestigiosi di moda per la creazione di cinturini.

L’azienda ha venduto circa 10 milioni di unità nel primo anno, ovvero solamente un quarto delle previsioni di Apple, come ha confermato al WSJ una persona che ha familiarità con la questione. Si dice che migliaia di versioni d’oro siano state invendute.

Ive ha anche detto che il suo lavoro su Apple Watch nel 2014, è stato uno dei suoi anni più impegnativi in ​​azienda, e ha detto a Cook che voleva fare un passo indietro dalle responsabilità gestionali quotidiane, per avere tempo e spazio per pensare.

La promozione di Ive in qualità di chief design officer è stato un riconoscimento del suo desiderio di fare un passo indietro, ma il cambiamento avrebbe dovuto dimostrare anche dell’altro suo impegno. Ad esempio, si dice che Ive abbia promesso di tenere una “settimana del design” ogni mese con i progettisti dei software, per discutere del loro lavoro su iPhone X, ma raramente si è presentato a lavoro. Anche quando era coinvolto personalmente, la leadership di Ive sulle decisioni chiave sembrava indebolirsi pian piano.

Il progetto di iPhone X inoltre, è stata una sfida ingegneristica, dato che stavano per rimuovere il tasto home per la prima volta, ma Ive non era praticamente partecipe nel progetto.

Sentendo il malcontento, Tim Cook chiese ad Ive di riprendere le responsabilità quotidiane. Ive ha acconsentito, il che inizialmente ha incoraggiato i designer, ma in seguito le sue assenze sono riprese quotidianamente, mentre passava più tempo nel Regno Unito, dove suo padre si ammalò.

Lo stesso Ive era frustrato dal fatto che il consiglio di amministrazione Apple diventò sempre più popolato da registi con background nel settore finanziario ed operativo, piuttosto che nella tecnologia o in altre aree del core business dell’azienda.

Nonostante abbia deciso di andarsene, Ive ha riunito i team di industrial design e human interface in un unico ufficio, grazie al suo lavoro sull’Apple Park, e si dice che abbia creato nuovi processi per la prototipazione più rapida di nuovi prodotti e funzionalità software.

In fine, ha costruito lui le varie interfacce grafiche che tutti noi adoriamo ad oggi, e che in futuro continueranno ad essere usate e modificate sotto la sua guida, perché, come vi dissi nello scorso articolo, Ive ha creato una sua azienda incentrata sul design, della quale Apple sarà cliente.

Insomma, era una separazione destinata ad esserci ormai da diversi anni?

Fammi sapere la tua! Commenta sui Social di AppleZein! La tua opinione è importante per me!

Non hai ancora la mia App? Che aspetti? Scaricala! È GRATIS! http://bit.ly/iAppZein

ISCRIVITI al mio Canale YouTube UFFICIALE! http://bit.ly/2ekhCrr

Cerchi prodotti tecnologici a Metà Prezzo? Ecco il mio Mercatino: https://goo.gl/oqZeQj

Seguimi su Telegram: https://telegram.me/applezein

Seguimi su Twitter: http://bit.ly/2ejZpWf

Seguimi su Facebook: http://bit.ly/2ehAeFh

Seguimi su Instagram: https://goo.gl/fNmRMl

[via]