iOS 17.5: Abilitato il “download di app da siti web” su iPhone

Apple conferma l’arrivo dei download app esterni su iPhone, in base alla nuova legge sul Sideload con iOS 17.5 per iPhone.

ios 17.4, sideload, app esterne, iphone, ipad, scaricare app esterne, app store

Apple ha annunciato proprio oggi delle ulteriori modifiche per gli sviluppatori all’interno dell’Unione europea, consentendo loro di distribuire app direttamente dalle loro personali pagine web, scegliere come progettare promozioni in-app e molto altro ancora.

Infatti, questa sera Apple ha rilasciato il nuovo iOS 17.5, che porta con se tante novità, compreso il Sideload per iPhone da siti esterni, consentendo alle app di terze parti di essere disponibili per il download anche dal sito web personale del produttore:  Apple ha abilitato anche la sezione dedicata alla verifica delle applicazioni scaricabili da Safari, Google Chrome ecc, che dovranno essere comunque controllate e certificate a livello di sicurezza.

iOS 17.5 con “app esterne”

Gli sviluppatori saranno quindi presto in grado di distribuire app direttamente dai loro siti web, a condizione che soddisfino i criteri specifici di Apple, come essere membri del programma per sviluppatori Apple per due anni consecutivi o più, ed avere anche un’app con più di un milione di prime installazioni su iOS nel territorio Europeo nell’anno precedente e molto altro ancora. Le app distribuite in questo modo devono soddisfare i requisiti di notarizzazione di Apple come tutte le altre app iOS e possono essere installate solo da un dominio web registrato direttamente sul sito App Store Connect di Apple.

Vi ricordiamo infine, che le ultime modifiche fanno parte del piano di conformità del Digital Markets Act (DMA), imposto dalle nuove leggi in territorio Europeo (UE), quindi non decise e volute da Apple.

Posso quindi scaricare app a caso dal web?

La risposta è assolutamente no! Le app devono comunque essere verificare e certificate a norma UE ed Apple, in modo da non permettere ad eventuali malintenzionati di infettare o violare i nostri dati su iPhone ed iPad.

[via]